SMARTCARE, Final Review: sintesi dei risultati ottenuti

Nei primi giorni del mese di giugno il progetto SmartCARE ha superato con successo la Final Review in presenza della commissione tecnico scientifica coordinata dalla Agenzia Spaziale Europea.

Nel corso del meeting, sono stati presentati i risultati della sperimentazione in campo che ha coinvolto 20 pazienti, di cui: 10 pazienti a domicilio, tutti abitanti nella provincia di Roma, hanno partecipato alla sperimentazione della soluzione SmartCARE, mentre invece 10 pazienti, facenti parte del gruppo di controllo, hanno seguito le procedure tradizionali. Dei 10 partecipanti alla sperimentazione, 2 hanno abbandonato per motivi personali. Gli altri 8, aventi una età media di 62,87 anni, erano affetti da:

  • 6 pazienti avevano avuto un ictus ischemico
  • 2 pazienti avevano avuto un ictus emorragico
  • 5 pazienti soffrivano di emiparesi destra

Qui di seguito alcune foto prese durante la esecuzione degli esercizi SmartCARE a domicilio:

La tabella seguente mostra i risultati del questionario TAM+.

Come si può vedere, il giudizio dei pazienti è positivo, con particolare riferimento ai parametri di usabilità ed utilità. Meno positivo il parametro ‘controllo’, ciò dovuto alla attuale scelta della piattaforma SmartCARE di non lasciare la libertà ai pazienti di saltare alcuni passi preparatori alla esecuzione degli esercizi.

Qui di seguito si riportano, in forma grafica, i principali risultati delle interviste condotte apertamente con i pazienti che hanno preso parte attiva alla sperimentazione SmartCARE:

La durata non particolarmente lunga della sperimentazione (6 settimane di terapia non intensiva) fa si che il primario obiettivo dello studio sia la ‘accettazione’ di SmartCARE da parte dei pazienti, più che il miglioramento oggettivo e definitivo delle condizioni fisiche. Tuttavia, l’analisi preliminare dei risultati consente di osservare certi fenomeni che, se confermati sul larga scala, potranno consolidare l’uso della piattaforma SmartCARE per la tele-riabilitazione domiciliare. Ad esempio, su scala MAS (Modified Asworth scale) è stata apprezzata una leggera diminuzione di rigidità delle articolazioni di spalla, gomito e polso.  Il diagramma seguente riporta i risultati delle misure effettuate sul gruppo di controllo e sul gruppo SmartCARE.

In definitiva, il progetto SmartCARE ha dimostrato l’accettazione da parte dei pazienti ad essere sottoposti ad una terapia di riabilitazione domiciliare, con il supporto di soluzioni innovative basate sulle moderne tecnologie digitali e di gamification e che consentono una interazione uomo-macchina di tipo ‘touchless’, intuitiva e visuale, e che proiettano la esecuzione degli esercizi all’interno di un ambiente virtuale 3D.

L’apprezzamento da parte della commissione tecnico-scientifica coordinata dall’Agenzia Spaziale Europea pone le basi per proseguire sul solco tracciato, integrando in SmartCARE due ulteriori elementi che rispondono alle richieste dei pazienti e che sono: la logopedia ed il social network. Elementi, questi ultimi, che costituiscono la base della richiesta di estensione del progetto già inoltrata alla Agenzia Spaziale Europea. 

Blog - Commenti (0)
Accedi

Accedi

Recupera password

Registrati

Registrandoti dichiari di aver preso visione e dato il tuo consenso a {privacy}

Argomento del mese - ALICe Italia

Nuova Tappa del progetto SmartCARE

Il 19 luglio si svolgerà a Roma il prossimo meeting del progetto smartCARE_2, cofinanziato dalla Agenzia Spaziale Europea (ESA) e finalizzato alla erogazione di un servizio di tele-riabilitazione neuromotoria e cognitiva, a domicilio.   Il meeting ha carattere propedeutico rispetto allo svolgimento della seconda ed ultima campagna di prova e validazione in...

Sostieni A.L.I.Ce. Italia Onlus con il TUO 5xmille!

Cari Amici, A.L.I.Ce. Italia è iscritta al registro nazionale delle Onlus ed è fra i beneficiari del 5xmille sulla dichiarazione dei redditi. Sostieni A.L.I.Ce. Italia Onlus con il TUO 5xmille! Scegliendo di versare il 5 per mille a favore di A.L.I.Ce. Italia Onlus ci aiuterete a crescere e a sostenere tutte le nostre...

I veri numeri della Fibrillazione Atriale in Italia: ne soffre 1 anziano su 12; ben il 30,7% non è in terapia - Presentati i risultati del Progetto FAI, finanziato dal CCM del Ministero della Salute e coordinato dalla Regione Toscana

I veri numeri della Fibrillazione Atriale in Italia: ne soffre 1 anziano su 12; ben il 30,7% non è in terapia Presentati i risultati del Progetto FAI, finanziato dal CCM del Ministero della Salute e coordinato dalla Regione Toscana     Sono stati recentemente presentati i risultati del “Progetto FAI: la Fibrillazione Atriale in Italia”,finanziato dal...

"L'impatto dell'ictus sulla popolazione Europea", finalmente disponibile la traduzione dello studio “The Burden of Stroke in Europe” commissionato da S.A.F.E.

La traduzione in lingua Italiana dello studio “The Burden of Stroke in Europe”: impatto dell’ictus sulla popolazione europea è finalmente disponibile sul nostro sito, nella sua versione finale e integrale, a cura di A.L.I.Ce. Italia Onlus. I dati che emergono dallo studio “Burden of Stroke”, condotto dai ricercatori del King’s College di Londra su...

Donne ed Ictus: pillola anticoncezionale, fumo ed emicrania. Un’associazione pericolosa

Comunicato Stampa Roma, 23 gennaio 2018 – Il 55% delle morti delle donne, in Europa, è causato da cardiopatia ischemica e ictus. Dopo gli 80 anni, le donne colpite da ictus sono il 20% in più rispetto agli uomini. Ma alcune specifiche condizioni rendono il rischio molto più elevato anche nelle fasce di età più giovani. Dal punto di vista epidemiologico,...

Attività, notizie ed eventi di ALICe

Leggi tutte le notizie
Genova City Marathon, novità sulle iscrizioni

UN AIUTO PER I BAMBINI COLPITI DA ICTUS Lunedi 18 giugno, apriranno finalmente le iscrizioni per la corsa non competitiva, la nostra Fantozzi...

Istat: per farmaci e visite le famiglie spendono 123 euro al mese (+8%)

DAL GOVERNO Istat: per farmaci e visite le famiglie spendono 123 euro al mese (+8%)   Non decolla la spesa delle famiglie e si allargano le...

Le attività recenti di ALICe Federazione Abruzzo

1. Ordine degli Avvocati. La federazione A.L.I.Ce. Abruzzo Onlus, con il patrocinio della Camera Penale del Tribunale di Avezzano, ha partecipato...

Migliorare l’assistenza infermieristica e rafforzare il rapporto cittadini-infermieri. Undici proposte dall’Osservatorio civico promosso da Cittadinanzattiva e FNOPI

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il Comunicato Stampa su "Come migliorare l’assistenza infermieristica e rafforzare il rapporto...

Giornata di prevenzione dell’Ictus Cerebrale il 26 maggio a Bologna

Ecco l' invito alla Giornata di Prevenzione dell' Ictus Cerebrale che quest' anno avrà una particolare...

CUORE - Ipertensione: in arrivo le nuove guida europee

CUORE Ipertensione: in arrivo le nuove guida europee Il 60% degli europei affetti da ipertensione arteriosa non assume una terapia. Di questi...

Non dormiamoci sopra -OSAS patologia silente rumorosa - Sabato 26 maggio 2018 - AOSTA

A.L.I.Ce. VdA è lieta di invitarvi al Convegno, patrocinato da A.L.I.Ce. Valle d'Aosta onlus e organizzato dal Rotary Club di Aosta e...