CONVEGNO SULLA NUTRIZIONE NELLA MALATTIA CEREBROVASCOLARE

LA DISFAGIA E LA NUTRIZIONE CLINICA NEL PAZIENTE CON ICTUS

Sala Convegni E.O. Ospedali Galliera – Genova - 18 novembre 2017

Corso di aggiornamento ECM accreditato presso l’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali

CODICE EVENTO: 210227 - CREDITI ECM: 5 crediti formativi

DESTINATARI:

  • Medico chirurgo (Neurologia; Medicina interna; Geriatria; Medicina fisica e riabilitazione; Scienza dell’alimentazione e dietetica, Anestesia e rianimazione; Endocrinologia, Malattie infettive, Gastroenterologia, Otorinolaringoiatria, Audiologia e foniatria)
  • Farmacista (Farmacia ospedaliera; Farmacia territoriale)
  • Dietista
  • Fisioterapista
  • Logopedista
  • Tecnico di Neurofisiopatologia
  • Infermiere

POSTI DISPONIBILI: 100

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: gratuito

MODALITÀ ISCRIZIONE: la partecipazione al congresso sarà garantita fino ad esaurimento dei posti disponibili. Per ragioni organizzative è indispensabile, per tutti gli interessati, iscriversi all’indirizzo:

ATTESTATO ECM

Per l’ottenimento dei Crediti ECM è necessaria l’effettiva partecipazione all’intero programma formativo ed alla verifica dei test di apprendimento (superamento del questionario con una percentuale di risposte corrette non inferiore al 75% del totale delle domande)

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA - PROVIDER ECM GGallery s.r.l. (ID Provider 39); Piazza Manin 2b r - 16122 Genova; tel: 010 888871 - fax: 010 8598499; e-mail: info@ggallery.it ;  sito: www.gallerygroup.it 

RAZIONALE DEL CORSO

La disfagia e la malnutrizione rappresentano due problematiche molto frequenti nella persona colpita da ictus cerebrale. Si calcola che, nella fase acuta, la frequenza di disturbi della deglutizione sia presente nel 60-70% dei soggetti, mentre a distanza di 3 mesi dall’evento, il 15-20% delle persone presenta ancora disfagia di vara entità. Una diagnosi precoce a precisa della disfagia consente di ridurre le complicanze ad essa legate, quali infezioni delle vie respiratorie, malnutrizione, ulcere da pressione, oltre che incidere sulla durata della degenza ospedaliera. Una parte del corso sarà quindi dedicata alla descrizione delle dimensioni del problema, alla diagnosi ed alla presa in carico del paziente disfagico. Una seconda parte sarà poi dedicata alla nutrizione del paziente con ictus, con analisi dei fabbisogni e delle modalità nutrizionali, focalizzando l’attenzione soprattutto sulle scelte di nutrizione enterale.

Scopo finale del corso è quello di fornire gli elementi per orientare una scelta corretta nel paziente accolto in Ospedale, per proseguire la presa in carico poi a livello territoriale.

RESPONSABILI SCIENTIFICI

Massimo Del Sette (Direttore Dipartimento Area di Medicina; Direttore S.C. Neurologia, Ente Ospedaliero Ospedali Galliera, Genova)

Samir Sukkar (Responsabile U.O.D. Dietetica e Nutrizione Clinica Ospedale Policlinico San Martino, Genova)

PROGRAMMA

8.30 Iscrizione

8.40 Saluti delle Autorità, introduzione al Corso e presentazione di A.L.I.Ce. Liguria

I SEZIONE - Moderano: G.L. Mancardi - A. Pilotto

9.00 Lettura magistrale. La disfagia nell’ictus: fattori predittivi, inquadramento clinico e diagnosi differenziale. C. Gandolfo

9.30 Linee guida Spread e tipi di intervento M. Del Sette

9.50 Il ruolo salvavita della nutrizione clinica nell’ictus. S. Sukkar

10.10 Ictus: disfagia-malnutrizione-sarcopenia: un crimine preterintenzionale. A. Cella

10.30 Nutrizione Enterale vs Nutrizione Parenterale Totale: chi vince? M. Ballestra

10.50 DISCUSSIONE

II SEZIONE - Moderano: R. Africano - I. Cevasco

11.30 Disfagia nella fase acuta: il ruolo del foniatra. A. Giusti

11.50 Il team riabilitativo nella gestione della disfagia: fisiatra, infermiere, logopedista. D. Fossa - F. Moggia - C. Puppo - S. Rosellini - M. Savi - F. Vallone

12.50 DISCUSSIONE

13.00 Lunch

III SEZIONE - Moderano: C. Finocchi – C. Pistarini

14.00 Il ruolo riabilitativo della nutrizione nel paziente con ictus. A. De Magistris

14.20 Le diete speciali per disfagia nel trattamento dell’ictus. P. Robotti

14.40 L’utilizzo della stimolazione transcranica a corrente diretta nella riabilitazione della disfagia post-stroke. V. Pingue

15.00 DISCUSSIONE

15.30 Chiusura del Corso: “take home messages”

 

Attività Notizie Eventi ALICe Italia

Ferrara: ascolta il tuo cuore per salvare il tuo cervello 2018 … come riconoscere con gesti semplici la FIBRILLAZIONE ATRIALE.

Nel mese dedicato all'Ictus, torna come ogni anno a Ferrara la campagna di informazione e prevenzione promossa da A.L.I.Ce Emilia Romagna, volta a sensibilizzare la popolazione sull’importanza della prevenzione dell’ictus cerebrale.  Domenica 27 maggio, in Piazza Savonarola dalle ore 9,30 alle ore 13,00 medici specializzati Cardiologi e Neurologi dell’Azienda...

Giornata di prevenzione dell’Ictus Cerebrale il 26 maggio a Bologna

Ecco l' invito alla Giornata di Prevenzione dell' Ictus Cerebrale che quest' anno avrà una particolare rilevanza in merito all' influenza che hanno gli stili di vita sulla nostra salute.  Ci sarà un' area Biomedica nella quale verrà effettuata l' analisi anamnestica dei fattori di rischio e valutati quelli modificabili con...

Lotta all’ictus cerebrale Una barella di speranza

L’associazione Alice Ferrara ha donato un dispositivo attrezzato all’ospedale Sant’Anna Servirà per aiutare gli specialisti ad utilizzare i farmaci che sciolgono i trombi  19 maggio 2018 Una barella con bilancia pesatrice è stata donata dall'associazione Alice Ferrara Onlus all’azienda Sant'Anna di Ferrara. I volontari...

Non dormiamoci sopra -OSAS patologia silente rumorosa - Sabato 26 maggio 2018 - AOSTA

A.L.I.Ce. VdA è lieta di invitarvi al Convegno, patrocinato da A.L.I.Ce. Valle d'Aosta onlus e organizzato dal Rotary Club di Aosta e Courmayeur Valdine e AIPAS, intitolato “Non dormiamoci sopra -OSAS patologia silente rumorosa” che si svolgerà presso l’Hostellerie di Cheval Blanc ad Aosta il 26 maggio P.v. La patologia OSAS (Sindrome delle Apnee nel...

ICTUS Un disturbo in crescente e preoccupante aumento

A fronte di un costante e preoccupante aumento di casi di ICTUS si registra una insensibilità e disattenzione da parte delle istituzioni competenti, non solo in Umbria ma anche su tutto il territorio nazionale. Essendo l'”ictus cerebrale” (stroke in inglese) la terza causa di mortalità e la principale causa di disabilità nel mondo occidentale c'è, o...