Complicanze


Dopo un ictus possono comparire  disturbi ansiosi, dell’umore (depressione, in particolare), disturbi psicotici, labilità emotiva, apatia e decadimento generale delle funzioni cognitive (demenza post-ictus).
Queste complicanze, interferendo con la partecipazione attiva del paziente e con la sua capacità di apprendimento, ne possono fortemente condizionare il programma riabilitativo, compromettendo il recupero funzionale.
È pertanto necessario che siano correttamente e tempestivamente indagate, diagnosticate e trattate allo scopo di ridurne gli effetti clinici negativi.

 

Il problema del trattamento è un punto centrale, in quanto spesso tali disturbi o non sono trattati o non lo sono in modo adeguato. Va, infatti, ricordato che alcuni farmaci di uso comune nella gestione dei disturbi psichiatrici (neurolettici/ansiolitici) possono avere un’azione sfavorevole sul recupero funzionale e sui risultati riabilitativi, per cui dovrebbero essere utilizzati solo se assolutamente necessari

 

Un episodio depressivo che insorga entro 6-12 mesi dopo un ictus è evento molto frequente. Si stima che un disturbo dell’umore clinicamente evidente si verifichi in circa un terzo dei sopravvissuti. La frequenza di depressione post-ictus è maggiore nei primi mesi dall'evento ictale e tende successivamente a ridursi, sia spontaneamente che per effetto delle terapie; tuttavia può anche cronicizzare, tanto che si può osservare in una percentuale rilevante dei casi (20-30%) anche a 3 anni dall’evento acuto. La depressione post-ictus è tuttora un disturbo largamente non trattato, anche se ormai esistono evidenze scientifiche che i farmaci antidepressivi possono essere utilizzati anche in pazienti con patologie organiche.

 

In considerazione delle evidenze che il trattamento della depressione post-ictus è in grado di migliorare, oltre i sintomi depressivi, anche il recupero funzionale, si sottolinea l'importanza di un precoce trattamento della depressione stessa.

 

 

 

 

 

Attività, notizie ed eventi di ALICe

Leggi tutte le notizie
SCENDI IN CAMPO CONTRO L'ICTUS - Sbato 6 ottobre 2018 VENEZIA -Campo SS. Apostoli

VENEZIA, 06 Ottobre 2018 – “Scendi in campo contro l’ictus”   ALICe Venezia Onlus organizza una giornata di test...

ALICe: Percorsi di cura per pazienti post-ictus in Italia - Giovedì 13 settembre 2018 Roma

Quali livelli di cura in Italia per i pazienti colpiti da ictus, dalla fase dell'emergenza a quella della neuriabilitazione fino ai servizi...

CAMPUS SALUTE - Piazza Chanoux ad AOSTA 8 e 9 settembre 2018

Per il terzo anno torna Campus Salute Aosta e per la prima volta anche l'Associazione A.L.I.Ce. vda onlus sarà presente con la sua...

Calabria - ALICe Condofuri: articolo sulla giornata di prevenzione del l'11 agosto u.s.

Articolo pubblicato su "il Quotidiano del Sud" del 26 Agosto 2018. Si ringrazia il giornale per la speciale attenzione riservata...

BUONE VACANZE!!!!

Cari Amici, Soci e lettori del sito web e dei social di A.L.I.Ce. Italia Onlus, è tempo di Vacanze! Qualunque siano i vostri programmi, vi...

A.L.I.Ce. cede un montascale

L'Associazione A.L.I.Ce. Umbria di Città della Pieve cede un montascale mobile a cingoli modelllo TO8 S VIMEC, al momento sfornito di...

Riprenditi la Vita

Il progetto Riprenditi la Vita si prende una pausa per il periodo estivo. Il sito della campagna www.riprenditilavita.it sarà offline dal...

CUORE - Ipertensione: in arrivo le nuove guida europee

CUORE Ipertensione: in arrivo le nuove guida europee Il 60% degli europei affetti da ipertensione arteriosa non assume una terapia. Di questi...