Boehringer Ingelheim: ictus, con Iniziativa Angels 1.500 ospedali in Europa

È stato raggiunto l'obiettivo del progetto Angels di creare una rete di 1.500 ospedali in Europa in grado di gestire l'ictus. L'annuncio oggi nel Congresso dell'Organizzazione europea contro l'Ictus (ESOC 2019) in corso a Milano da parte di Boehringer Ingelheim che ha promosso l'iniziativa con le organizzazioni europea e mondiale contro l'Ictus (Eso e Wso), l'Alleanza Europea contro l'Ictus (Safe). "Occorre migliorare considerevolmente la qualità e la velocità delle cure per l'ictus in Europa - ha commentato Valeria Caso, ex presidente Eso e con il progetto Angels stiamo realizzando un cambiamento positivo". Avviata nel 2016, Angels conta oggi una rete di oltre 2.700 stroke unit e ospedali specializzati preparati ad intervenire in caso di ictus, in 95 Paesi del mondo, di cui 37 in Europa. "Abbiamo completato la formazione negli ospedali di 37 Paesi europei - ha commentato Thomas Fischer, responsabile mondiale di Angels per Boehringer Ingelheim - e continueremo a formare e assistere le nuove stroke unit operativamente a regime in Europa e nei Paesi emergenti".

Attività Notizie Eventi ALICe Italia

Comunicato stampa Fish: Ministro nuovo per sfide note

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il Comunicato stampa, ricevuto dalla Federazione Italiana Superamento Handicap Fish, con l'augurio, assolutamente condiviso, di Buon Lavoro al nuovo Ministro per la disabilità e la famiglia, appena nominato, Alessandra Locatelli.  La FISH augura un buon lavoro al neo-ministro Alessandra Locatelli che da ieri ha ricevuto il testimone da Lorenzo...

Fibrillazione atriale: i pazienti destinati a raddoppiare entro il 2060

Sono stati pubblicati sulla rivista Europace, organo ufficiale della European Society of Cardiology e della European Heart Rhythm Association, i risultati del "Progetto Fai: la Fibrillazione atriale in Italia", finanziato dal Centro per il controllo delle malattie del ministero della Salute e coordinato dalla Regione Toscana. Il Progetto Fai ha consentito di stimare, per la prima volta...

Value della spesa sanitaria: quando i numeri non bastano più

Gli approcci tradizionali per analizzare la spesa sanitaria si basano sul presupposto che l’intero ammontare della spesa sanitaria (pubblica, out-of-pocket e intermediata) determini un miglioramento della salute individuale e collettiva. In realtà, se il value è il rapporto tra outcome di salute rilevanti per il paziente e costi, gli sprechi e le inefficienze che consumano...

Farmacia e Cittadini - Compila e diffondi il questionario

Sai che la farmacia sempre più svolge un ruolo di presidio sanitario a disposizione dei cittadini e della loro comunità? Siamo interessati a conoscere la tua opinione, per questo ti chiediamo di dedicare qualche minuto alla compilazione di un breve questionario anonimo, e se ritieni, puoi diffonderlo tra i tuoi contatti. CLICCA QUI PER COMPILARE IL...

C’è sedentarietà e sedentarietà: restare incollati davanti alla Tv è più dannoso che stare seduti in ufficio

Per chi ha un lavoro che richiede di stare seduto per lunghi periodi di tempo, il consiglio è di sostituire il tempo trascorso a casa seduti con un intenso esercizio fisico La sedentarietà fa male. Ma, secondo uno studio della Columbia University, non si può più generalizzare: stare seduti al lavoro è meno dannoso che stare seduti davanti a un televisore. Il...