Anziani: semplificare la terapia anti-ipertensiva favorisce l’aderenza e il controllo della pressione

Passando da chi usa un solo farmaco antipertensivo a chi invece ne utilizza tre l’aderenza quasi si dimezza, crollando dal 68% al 40%. Al contrario, passando da tre compresse con altrettanti principi attivi a una sola compressa che li contiene tutti e tre l’aderenza raggiunge l’85%.

È quanto risulta da un'indagine di Senior Italia Federanziani, presentata giovedì 18 luglio a Roma.

Lo studio ha monitorato oltre 12 mila anziani attraverso un controllo costante della pressione, costruendo un vero e proprio diario dell’iperteso.

Attualmente la popolazione over 65 assume da sei a dieci terapie giornaliere e quindi l’anziano iperteso si trova a dover gestire contemporaneamente altre terpie oltre a quella terapia anti ipertensiva.

«Nel Patto della salute stiamo scrivendo un capitolo destinato alla medicina del territorio e quindi alle cure delle patologie croniche che riguardano soprattutto gli anziani» ha dichiarato nel suo intervento il sottosegretario alla Salute Luca Coletto.

«I dati emersi da questo studio di “real life” sono particolarmente significativi poiché evidenziano la bassa percentuale di ipertesi a target nonostante il trattamento» sottolinea Roberto Messina, presidente di Senior Italia Federanziani. «Un problema non da poco – osserva - se si considera che nel nostro Paese soffre di ipertensione circa un quarto degli adulti e oltre il 70% dei soggetti di età superiore ai 65 anni. Inoltre la comorbidità nell’anziano rende l’obiettivo dell’aderenza nell’ambito dell’ipertensione ancora più complesso da raggiungere. L’uso di farmaci in associazione fissa può semplificare significativamente la terapia, migliorando la vita dei pazienti, la loro salute e favorendo la sostenibilità del Servizio sanitario nazionale». Favorire l’aderenza, infatti, migliora il controllo pressorio riducendo gli eventi cardiovascolari e quindi l’ospedalizzazione, con i conseguenti costi diretti e indiretti per lo Stato: «Per esempio – conclude Messina - se consideriamo l’unica triplice terapia antipertensiva rimborsata in Italia il costo di una singola compressa è inferiore del 30% rispetto alla somma dei singoli principi attivi che la compongono».

Attività Notizie Eventi ALICe Italia

27 ottobre ICTUS RACE: una giornata che può fare la differenza nel tuo futuro!

Abbiamo il piacere di invitarvi Domenica 27 ottobre 2019 dalle ore 9.00 presso lo Stadio Nando Martellini - Terme di Caracalla alla prima edizione della ICTUS RACE, una giornata di prevenzione dedicata a una tra le più feroci malattie causa di morte e invalidità, l'Ictus. Le recenti scoperte e un pronto intervento mirato e tempestivo consentono un netto miglioramento di salute...

Giornata di prevenzione - Puglia

Si tratta di un evento a particolare rilevanza sociale e scientifica, in quanto per la prima volta A.L.I.Ce. Puglia affianca il tema dell'ictus cerebrale a quello della Malattia di Fabry, una malattia genetica ereditaria causata dalla mutazione di un gene specifico. In questa occasione verrà effettuata la misurazione gratuita di importanti parametri per la valutazione del rischio...

INIZIATIVE PER LA GIORNATA MONDIALE CONTRO L’ICTUS CEREBRALE

      INIZIATIVE PER LA GIORNATA MONDIALE CONTRO L’ICTUS CEREBRALE     A.L.I.Ce. Carpi 9 novembre dalle ore 9 alle 14 presso il Centro Commerciale Borgogioioso di Carpipresidio sanitario con 12 infermieri, 4 medici e 1 OSS. Verranno effettuati screening gratuiti con rilievo colesterolo e glicemia oltre a Pressione Arteriosa con controllo aritmie. Scheda...

76 ° Congresso Fimmg-Metis/ Cartabellotta (Gimbe): «La Long Term Care pesa per 12 mld sulle famiglie, va fissato un fabbisogno socio-sanitario»

La Fondazione Gimbe ha presentato oggi al 76° Congresso nazionale Fimmg-Metis nella sessione “Tendenze demografiche e nuove povertà” un report che analizza la spesa sociale di interesse sanitario, in larga parte riconducibile al grande contenitore della long term care (Ltc) e stimata per il 2017 in quasi 42 miliardi di euro. Il presidente Nino Cartabellotta ha...

17 – 23 ottobre 2019: XII Giornata Nazionale dell’Afasia

  La Fondazione Carlo Molo onlus e AITA Piemonte onlus promuovono una campagna di sensibilizzazione alle problematiche legate all’Afasia, attraverso una serie di azioni/eventi. L’AFASIA è un disturbo relativo alla parola e, più genericamente alle difficoltà di comunicazione, che colpisce circa un terzo di coloro che sono vittime di ictus, ischemia,...