“Riprenditi la Vita”, una campagna dedicata ai sogni nel cassetto per parlare di ictus cerebrale e fibrillazione atriale

Per chi soffre di fibrillazione atriale, “riprendersi la vita” significa ricominciare a coltivare in sicurezza quelle passioni messe da parte a causa dei rischi legati alla terapia.

La maggior parte delle persone con fibrillazione atriale, infatti, deve intraprendere una terapia a base di farmaci anticoagulanti, che servono a rendere il sangue più fluido e a prevenire la formazione di coaguli, riducendo così notevolmente la possibilità di avere un ictus.

Tuttavia, il timore di esporsi a conseguenze gravi nel caso si presenti una situazione di emergenza che può provocare un’emorragia è comune a molte persone affette da questa anomalia del ritmo cardiaco e può comprometterne la qualità della vita.

“Riprenditi la vita” è un progetto realizzato da A.L.I.Ce. Italia Onlus per parlare di ictus cerebrale e fibrillazione atriale (FA) e per restituire fiducia a chi si sente limitato nelle proprie attività a causa della malattia e dei trattamenti che deve seguire per tenerla sotto controllo.

Oggi, infatti, la scoagulazione reversibile permette di neutralizzare nell’arco di pochi minuti la terapia anticoagulante, quando è necessario. Questo significa poter tornare a fare con tranquillità anche quelle attività che si erano messe da parte per timore di possibili rischi, ma soprattutto riuscire ad affrontare con maggior sicurezza e fiducia la propria vita!

Per saperne di più, cliccare questo link: www.riprenditilavita.it

Attività Notizie Eventi ALICe Italia

La Spezia: Conoscere, Prevenire, Riconoscere l'Ictus cerebrale

Domenica 2 dicembre 43 km per sostenere l’Ambulatorio del Gaslini per i pazienti colpiti da ictus cerebrale neonatale e pediatrico ALICe La Spezia ( Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale ) con il patrocinio dell’ASL 5 “Spezzino” e del Comune della Spezia  organizza  per il  23  ed il 24 novembre. In particolare il 23 novembre si...

A.L.I.CE. ITALIA ONLUS CORRE LA GENOVA CITY MARATHON A FAVORE DEI PICCOLI PAZIENTI COLPITI DA ICTUS CEREBRALE

Domenica 2 dicembre 43 km per sostenere l’Ambulatorio del Gaslini per i pazienti colpiti da ictus cerebrale neonatale e pediatrico La prima edizione della Genova City Marathon è anche una gara all’insegna della solidarietà: chi si iscrive, infatti, avrà la possibilità di effettuare una donazione alle associazioni GASLINI ONLUS e A.L.I.Ce. Italia Onlus,...

Non è mai troppo presto per controllare la pressione

L’INVITO Non è mai troppo presto per controllare la pressione Valori elevati prima dei 40 anni aumentano il rischio di infarto e ictus Sull’ultimo numero di Jama, interamente dedicato all’ipertensione, sono ospitati due studi che invitano ad anticipare il controllo della pressione. I giovani con valori elevati hanno un rischio maggiore di avere un infarto o un ictus...

RAPPORTO ISTISAN: Italia sedentaria. Solo 1 bambino su 4 svolge attività fisica

La gran parte dei bambini dedica a giochi di movimento meno di un’ora a settimana   Le conseguenze dell’inattività sono enormi: la sedentarietà è responsabile del 14,6% di tutte le morti in Italia, pari a circa 88.200 casi all’anno, e di una spesa in termini di costi diretti sanitari di 1,6 miliardi di euro annui. Solo un italiano su due tra gli...

Convegno 21 novembre: L’EMERGENZA DELLA RIABILITAZIONE NELL’ICTUS

Partecipazione di A.L.I.Ce. Italia al Convegno intitolato "L’EMERGENZA DELLA RIABILITAZIONE NELL’ICTUS: DAL PDTA* AL PDTR* (*PDTA: Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale *PDTR: Percorso Diagnostico Terapeutico Riabilitativo), che si svolgerà nella giornata di mercoledì 21 novembre presso la SALA CONGRESSI CRT - CLINICA RIABILITAZIONE TOSCANA SPA - Ospedale...