T.I.A.


Spesso chiamati “mini stroke“ questi segni di ictus , sono dei “ campanelli d’ allarme” e devono essere presi molto seriamente.   Il TIA è causato da un “ coagulo temporaneo”che ostruisce un arteria,  la sola differenza tra ictus e TIA è che il “ blocco dell’ arteria ” è temporaneo.  

I sintomi del TIA si verificano molto velocemente e durano un tempo breve ( da pochi  minuti  ad un ora) .

  Contrariamente all’ ictus il TIA non lascia danni al cervello.

(NOTA: Perchè alcuni coaguli si dissolvono ed altri no?  Il corpo umano possiede degli agenti che “ dissolvono i coaguli “. I coaguli si dissolvono, ma quale sarà il danno dipende da quanto tempo il coagulo rimane  nel sito di occlusione  . Non c è un modo per predire quando un coagulo si dissolve  da solo, il tempo è un  fattore importante.)    

I segni e sintomi del TIA sono gli stessi dell’ ictus.  

Sebbene la maggior parte degli ictus non sia preceduto da un TIA , circa 1/3 dei pazienti che ha avuto un TIA ha un ictus entro un anno. Il TIA è un campanello d'allarme e da la possibilità di prevenire un eventuale ictus Riconoscendo i segni di un TIA  e raggiungendo l’ospedale in tempi brevi, il paziente potrà essere valutato dai medici , si può identificare la causa del TIA ed iniziare un trattamento adeguato, medico o chirurgico (esempio una stenosi critica della carotide ) che può prevenire un ictus più severo.    

Attività, notizie ed eventi di ALICe

Leggi tutte le notizie
La Spezia: Conoscere, Prevenire, Riconoscere l'Ictus cerebrale

Domenica 2 dicembre 43 km per sostenere l’Ambulatorio del Gaslini per i pazienti colpiti da ictus cerebrale neonatale e pediatrico ALICe La...

ITALIA ONLUS CORRE LA GENOVA CITY MARATHON

La prima edizione della Genova City Marathon è anche una gara all’insegna della solidarietà: chi si iscrive, infatti, avrà...

Non è mai troppo presto per controllare la pressione

L’INVITO Non è mai troppo presto per controllare la pressione Valori elevati prima dei 40 anni aumentano il rischio di infarto e...

RAPPORTO ISTISAN: Italia sedentaria. Solo 1 bambino su 4 svolge attività fisica

La gran parte dei bambini dedica a giochi di movimento meno di un’ora a settimana   Le conseguenze dell’inattività sono...

Convegno 21 novembre: L’EMERGENZA DELLA RIABILITAZIONE NELL’ICTUS

Partecipazione di A.L.I.Ce. Italia al Convegno intitolato "L’EMERGENZA DELLA RIABILITAZIONE NELL’ICTUS: DAL PDTA* AL PDTR* (*PDTA:...

Caregiver familiare, A.L.I.Ce. in audizione al Senato: “Scrivete questa legge con il cuore”

La 11° Commissione Lavoro del Senato, nell’ambito della discussione dei testi di proposte di legge che riguardano la figura del caregiver...

MEDICINA E RICERCA: Centri Ictus, la "rete" per l'emergenza funziona ma al Sud restano vistose lacune

In occasione della Giornata Mondiale contro l'Ictus e in concomitanza con la chiusura della terza edizione di "Riprenditi la vita", la...