Berlino 2018: SAFE Working Conference e Assemblea generale

Una grande partecipazione alla Working Conference e General Assembly di SAFE (Stroke Alliance For Europe) si è registrata anche nel 2018.

L’evento, articolatosi in tre giorni di attività (dal 28 al 30 novembre 2018) a Berlino, ha visto la partecipazione di oltre un centinaio tra delegati e partner di SAFE. L'organizzazione ospitante è stata la Stiftung Deutsche Schlaganfall Hilfe (presidente Michael Brinkmeier).

Il presidente di SAFE Jon Barrick e il membro del consiglio ESO Heinrich Audebert nelle loro presentazioni hanno illustrato lo “Stroke Action Plan for Europe 2018” e le raccomandazioni generali sui sette domini (prevenzione primaria, organizzazione dei servizi, gestione in fase acuta, prevenzione secondaria e follow-up, riabilitazione, valutazione degli outcome e della qualità, vita dopo l'ictus).

La Working Conference è stata dedicata all'aggiornamento dei membri sui progetti in corso e alla presentazione dei progetti per il prossimo periodo.

Il SSOFT (Stroke Support Organisation Faculty Tool) è stato completato poco prima della riunione annuale di SAFE e il direttore del progetto, Victoria Brewer, ha riassunto i risultati ottenuti e illustrato le strategie per il suo futuro utilizzo e per la sua maggiore diffusione. In breve, si tratta della prima piattaforma online per l'apprendimento sull’ictus, il cui obiettivo generale è quello di ottenere una migliore cura e consentire alle Organizzazioni di Supporto allo Stroke (ai membri dell'ESO) e ai loro componenti, pazienti e professionisti, di rafforzare la loro capacità di sostenere e incidere sulle strategie di prevenzione, diagnosi, trattamento e cura del post-ictus: una preziosa risorsa didattica online per aiutare tutti noi ad agire e parlare, connettersi e apportare cambiamenti in tutta Europa. Sia che si abbia avuto esperienza di ictus in ambito personale sia professionale, il programma di apprendimento interattivo, diviso in 6 moduli, consente agli utenti di scoprire di più su come supportare i sopravvissuti all'ictus e far sì che tali cambiamenti possano avvenire nelle loro realtà regionali, territoriali, locali ecc.

Un importante momento di confronto è stato rappresentato dai tavoli di lavoro sui punti caldi dello Stroke Action Plan e sulle questioni aperte da SAFE, organizzati per cluster di Nazioni, concentrandosi in particolare sui seguenti argomenti: come organizzare e promuovere campagne informative sull’ictus, i bisogni del paziente con ictus integrati dal punto di vista della persona sopravvissuta all’ictus e del personale sanitario, strategie di raccolta fondi per associazioni ed attività, strategie di coinvolgimento dei giovani nelle organizzazioni per l’ictus. L’Italia è stata coinvolta nel cluster centrale europeo, partecipando ai tavoli di lavoro sui bisogni dei pazienti, sulla ricerca di fondi e sullo stato dell’arte dello Stroke Action Plan in Italia rispetto all’Europa centrale.

Il 30 novembre si è riunita l’Assemblea Generale e sono stati eletti tre nuovi membri del Consiglio: Grethe Lunde dalla Norvegia (Norsk Forening per Slagrammede - NFS) come rappresentante del North Cluster, Chris Macey dall'Irlanda (Irish Heart Foundation) come tesoriere e Marina Charalambous di Cipro (Cyprus Stroke Organization) come membro del “Board Member at Large”.

Due nuove organizzazioni sono diventate membri del gruppo SAFE: Porážka.sk dalla Slovacchia e CEREBRUM dalla Repubblica ceca.

SAFE ha premiato le organizzazioni di sostegno per l’ictus provenienti da Turchia, Spagna, Serbia, Croazia, Portogallo, Islanda e Cipro per il loro lavoro nella lotta alla patologia, nel sostegno ai sopravvissuti e alle loro famiglie e nel rappresentare la voce dei pazienti durante il 2018.

Inoltre, sono stati discusse la relazione annuale e la strategia SAFE, nonché le imminenti attività politiche SAFE a livello dell'UE.

Toccante l’entusiastico resoconto “Tongue in cheek” della sua prima esperienza alla SAFE Working Conference di Roman Shwed (nella foto sotto il primo sulla sinistra), sopravvissuto all’ictus e rappresentante dell’Ucraina, pubblicato sul sito SAFE (https://www.safestroke.eu/2018/12/04/a-tongue-in-cheek-report-from-safe-working-conference/), la cui eventuale traduzione non renderebbe merito, che si conclude con l’augurio “THANK YOU DELEGATES – JEDI KNIGHTS ALL … MAY THE “SAFE” FORCE BE WITH YOU!”.

Notizie estero

Berlino 2018: SAFE Working Conference e Assemblea generale

Una grande partecipazione alla Working Conference e General Assembly di SAFE (Stroke Alliance For Europe) si è registrata anche nel 2018. L’evento, articolatosi in tre giorni di attività (dal 28 al 30 novembre 2018) a Berlino, ha visto la partecipazione di oltre un centinaio tra delegati e partner di SAFE. L'organizzazione ospitante è stata la Stiftung Deutsche...

EUROPA E MONDO Outlook Deloitte: spesa sanitaria mondiale in crescita del 4% l'anno fino al 2021

  Assistenza sanitaria appropriata erogata al momento e nel luogo giusto; investimenti in tecnologia per la diagnostica per fornire cure sempre più appropriate; dati sui pazienti concentrati a livello centrale, più protetti e più accessibili; maggiore attenzione alle competenze; ruolo attivo del paziente; modelli cost-effective per portare l'assistenza sanitaria in...

Presentati al Parlamento Europeo i risultati dello Studio “Burden of Stroke (Impatto dell'Ictus)

Lo studio “Burden of Stroke” condotto a livello europeo mostra notevoli disparità tra i singoli paesi e anche al loro interno per quanto riguarda l’intero percorso di cura dei pazienti colpiti da ictus cerebrale. Da evidenziare come il post ictus venga trascurato da tutti i Paesi. COMUNICATO STAMPA Roma, 11 maggio 2017 – La Stroke Alliance for Europe ha...

World Stroke Organization: comunicazione del neoeletto Presidente Werner Hacke agli associati

Cari Colleghi, in questo 2016 abbiamo realizzato tanti obiettivi. Abbiamo avuto un grande successo al Congresso World Stroke a Hyderabad, in India, dove ho iniziato il mio viaggio come Presidente della WSO. Il tema  della campagna del 2016 è stato incentrato sulla sensibilizzazione del trattamento dell’ictus utilizzando lo slogan "Affrontiamo la realtà:...

ELETTO IL NUOVO BOARD DELLA WORLD STROKE ORGANIZATION - WSO

Eletto il nuovo Board della World Stroke Organization-WSO   Che cosa è la WSO? La World Stroke Organization (WSO) - Organizzazione Mondiale dell’Ictus (Stroke) - è una delle organizzazioni leader nella lotta contro l'ictus cerebrale. E’ stata fondata nell'ottobre 2006 grazie alla fusione tra la Società International Stroke e la Federazione Mondiale...

Attività, notizie ed eventi di ALICe

Leggi tutte le notizie
Il cervello delle donne (e quello che fanno le sigarette)

Pubbblichiamo il link all'articolo "Il cervello delle donne (e quello che fanno le sigarette)", uscito sabato 16 novembre 2019 su...

Giornata Mondiale: Quattro milioni di italiani soffrono di diabete. 1 su 4 non fa nemmeno un controllo all’anno

«La "corsa” del diabete sta forse rallentando, tuttavia questo non può diventare un invito ad abbassare la guardia...

VIII Healthcare Summit de Il Sole-24Ore/ Manovra 2020: per la sanità luci e ombre, ma è buio pesto su personale e sblocco nuovi Lea

Il testo della Legge di Bilancio 2020 approda in Parlamento con buone nuove per la sanità pubblica: implicitamente confermati i € 3,5...

27 ottobre ICTUS RACE: una giornata che può fare la differenza nel tuo futuro!

Abbiamo il piacere di invitarvi Domenica 27 ottobre 2019 dalle ore 9.00 presso lo Stadio Nando Martellini - Terme di Caracalla alla prima edizione...

La notte russi? Non solo fai dormire male chi e’ al tuo fianco, ma forse stai sottovalutando un disturbo che può essere sintomo di una patologia vera e propria che predispone all’ictus

Roma, 17 settembre 2019 – Chi non conosce qualcuno che russa? Spesso è proprio la persona con cui condividiamo il letto che non ci fa...

L'amore vince tutto

Clara Woods nasce il 10 marzo del 2006 a Firenze. I dottori scoprono che ha avuto un ictus prenatale e la condannano ad una vita come vegetale. Dopo...