Sintomi


Riconoscere i segni dell’ ictus è fondamentale perché bisogna intervenire il  più velocemente possibile . Infatti esiste una terapia, chiamata rTPA, sola terapia approvata per la cura dell’ ictus in acuto, che, se somministrata entro 4-5 ore dall’ esordio dei sintomi, può ridurre la disabilità di molti tra i più comuni tipi di ictus. I segni e sintomi del TIA sono gli stessi dell’ ictus.

I sintomi legati all’ictus sono diversi e dipendono dalla zona di cervello che è stata danneggiata; un ictus che colpisce un lato del cervello provoca difficoltà nella parte opposta del corpo.

Quali sono i sintomi improvvisi che devono mettere in allarme il soggetto non appena li avverte?  

  • non riuscire più a muovere (paralisi - plegia) o muovere con minor forza (paresi), un braccio o una gamba o entrambi gli arti di uno stesso lato del corpo;
  • accorgersi di avere la bocca storta; rendersi conto di non sentire più, di sentire meno o in maniera diversa (formicolio), un braccio o una gamba o entrambi gli arti di uno stesso lato del corpo;
  • non riuscire a vedere bene metà o una parte degli oggetti (emianopsia);
  • non essere in grado di coordinare i movimenti e di stare in equilibrio;
  • far fatica a parlare sia perché non si articolano bene le parole (disartria) sia perché non si riescono a scegliere le parole giuste o perché non si comprende quanto viene riferito dalle persone intorno (afasia)
  • essere colpito da un violento e molto localizzato mal di testa, diverso dal solito

Se si ha uno di questi sintomi bisogna chiamare subito il 118! L’ ICTUS ED IL TIA SONO EMERGENZE MEDICHE!   Se hai un sintomo di ictus chiama il 118 e vai in ospedale per essere valutato. Non aspettare che il sintomo passi da solo!!!!!!!!

Una cosa è importante da ricordare:   Ogni momento perso , è un “ neurone perso,    un pezzetto del nostro cervello che muore!!!

 

Un interessante compendio di quanto detto si può leggere cliccando qui

Attività, notizie ed eventi di ALICe

Leggi tutte le notizie
Report finale studio 'Impact of the Covid-19 outbreak on informal carers across Europe'

É disponibile il Report finale dello studio sull'impatto del Covid-19 sui caregiver informali in Europa, condotto da Eurocarers e svolto...

DISTURBI DEL LINGUAGGIO E DELLA DEGLUTIZIONE: IL RUOLO CHIAVE DEL LOGOPEDISTA NEL POST ICTUS

Roma, xx maggio 2021 – “So quello che devo dire ma dalla mia bocca escono solo suoni confusi e incomprensibili”, “Ho paura di...

Webinar TREATMENT TEAM 2021 - cross-functional stroke group meeting 13 e 14 aprile 2021 dalle ore 15

Locandina_programma definitivo.pdf Manca davvero poco all'evento che si terrà oggi e domani, 13 e 14 aprile 2021. Dalle ore 15.00...

Evento - L'importanza della prevenzione

Spasticità post ictus: come si riconosce? Quando si sviluppa? Come vivere la quotidianità con questa patologia? Che tipo di supporti si...

INVITO A PARTECIPARE

Il dolore rappresenta una tra le manifestazioni più importanti della malattia; inoltre, fra i sintomi, è quello che tende a minare...

Ictus, quando ripartire dopo il "colpo": ce lo dice la stimolazione magnetica

SALUTE > MOLTOSALUTE Quando un’arteria nel cervello si ostruisce o si lesiona gravemente, fino a subire una rottura,...

La riabilitazione robotica che favorisce il ritorno alla normalità dopo l’ictus

Lo studio Combinare la riabilitazione robotica e la modulazione della serotonina (il cosiddetto ormone della felicità) nella terapia...

Recovery Plan: con riforme e digitale un salto per la ricerca ma servono nuovi fondi

MEDICINA E RICERCA Servono più fondi per la ricerca clinica in Italia. Il finanziamento pubblico in questo settore è, da sempre,...